Questi han proprio fatto il botto! (26.09.2017) permalink commenta facebook

Una ricerca, pubblicata recentemente online su Scientific Reports, mostra che, stappando una bottiglia di champagne un po' calda (20 °C), non si sviluppa l'usuale nuvoletta, ma una scia azzurrina. Questa scia, spiegano i ricercatori, è probabilmente dovuta al brinamento della CO2 su nuclei di condensazione costituiti da piccoli cristalli di ghiaccio.
L'articolo è assai interessante, ma più interessante - e da invidiare - è il fatto che gli autori da anni riescono a farsi comperare bottiglie di champagne con i fondi di ricerca, le stappano malamente (col botto) e poi, molto probabilmente, se ne possono bere il contenuto! (sms)

 

Questa informazione proviene dal Notiziario dell'A.I.F. - Associazione per l'Insegnamento della Fisica - www.aif.it

PRIVACY DEL SITO AIF