IL FISICO DELLA SETTIMANA

Sir William Henry Bragg

Westward, Inghilterra 2.7.1862 – Londra 10.3.1942

Sir William Henry Bragg
F

requentò le scuole presso uno zio a Market Marborough, vicino a Cambridge, avendo perso la madre a sette anni, e poi il College all’Isola di Man. Studente brillante, nel 1881 entrò al Trinity College di Cambridge, dove studiò matematica col prof. E. J. Routh, con eccellenti risultati e poi, dal 1885, fisica al Cavendish Laboratory.

Dopo il Dottorato fu chiamato all’Università di Adelaide, in Australia, a ricoprire una cattedra di Matematica e Fisica come successore di Sir Horace Lamb, e vi rimase fino al 1909 quando tornò in Inghilterra all’Università di Leeds e poi all’University College di Londra.

In questi anni scrisse pochissimi articoli, dedicandosi all’organizzazione dell’Università, finché nel 1904 ebbe l’occasione di tenere una conferenza in Nuova Zelanda, come presidente dell’Associazione Australiana per il Progresso delle Scienze, sulla ionizzazione dei gas da parte di sostanze radioattive. Alla presenza del neozelandese Rutherford rivide criticamente quello che si sapeva sull’argomento, trovando molti aspetti non soddisfacenti. Si dedicò quindi a ricerche sull’argomento dell’assorbimento di particelle α pubblicando diversi articoli.

Nel 1895 il figlioletto Lawrence cadde dal triciclo rompendosi un braccio e William, avendo sentito degli esperimenti di Röntgen con i raggi X, fece una radiografia al braccio del figlio, la prima effettuata in Australia. I raggi X, conosciuti in questo modo, diventeranno poi il suo principale campo di ricerca.

Per alcuni anni sostenne la natura corpuscolare dei raggi X e γ e solo dopo le esperienze di diffrazione da parte di Von Laue si convinse della loro natura ondulatoria, o meglio sostenne nel 1912 che si doveva trovare un’interpretazione che tenesse conto sia delle loro proprietà ondulatorie che corpuscolari.

Nel 1913-14 insieme al figlio Lawrence fondò un nuovo settore di ricerca che diventerà di grande importanza: l’analisi della struttura dei cristalli mediante i raggi X.

Per questo ottennero congiuntamente il Premio Nobel del 1915, la prima ed unica volta che un Nobel sia stato conferito a padre e figlio nello stesso anno.

Durante la Prima Guerra mondiale si occupò dello sviluppo di sonar per il rilevamento di sottomarini e per questi servizi, oltre che per meriti scientifici, ottenne la Croce dell’Impero Britannico nel 1917, fu fatto Sir nel 1920 e ottenne l’Ordine al Merito nel 1931.

Nel 1925 divenne professore di chimica alla Royal Institution e direttore del laboratorio che fu di Davy e Faraday.

Nel 1935 fu eletto Presidente della Royal Society, della quale era membro sin dal 1906.

Oltre ad avere ricevuto sedici lauree ad honorem ed essere stato membro delle più importanti società scientifiche ottenne altre onorificenze, come la Rumford Medal nel 1916 e la Copley Medal nel 1930.

Scrisse decine di libri, tra manuali, trattati e libri divulgativi, come The Universe of Light. Il suo passatempo preferito era il golf.

Nel 1889 in Australia aveva sposato Gwendoline Todd, figlia dell’astronomo Sir Charles Todd, dalla quale ebbe Lawrence, Bob e Gwendolen.


Sir William Lawrence Bragg

Adelaide, Australia, 31.3.1890 – Waldringford, Inghilterra, 1.7.1971

Sir William Lawrence Bragg
F

requentò le scuole al St. Peter’s College di Adelaide, dove studiò tutte le materie eccetto tedesco e fisica. Era avanti negli studi rispetto alla sua età, ma restio ai giochi e alle attività sociali. Preferiva starsene solo e dedicarsi a collezionare conchiglie che trovava sulle spiagge nelle vacanze estive. Scoprì persino un nuovo tipo di seppia, che fu chiamato Sepia Braggii.

A quattordici anni passò all’Università di Adelaide, dove insegnava il padre, e conseguì la laurea in Matematica con lode nel 1908.

Nel 1909 tornò con la famiglia in Inghilterra ed entrò al Trinity College di Cambridge all’inizio per studiare matematica, ma il padre al secondo anno lo convinse a passare a fisica. Si laureò nel 1912 con il massimo punteggio e lode.

Nello stesso anno entrò al Cavendish Laboratory, cominciò a studiare la diffrazione di raggi X scoperta da Von Laue e pubblicò il primo lavoro su quell’argomento, che contiene quella che ora è nota come legge di Bragg.

Nel 1914 fu nominato Lecturer del Trinity College e gli fu assegnata la medaglia Barnard.

Dal 1912 al 1914 lavorò assieme al padre, nel campo della cristallografia a raggi X da loro sviluppata, e le loro ricerche furono raccolte nel libro X-rays and Crystal Structure (1915) che valse loro l’assegnazione congiunta del Premio Nobel del 1915 'for their services in the analysis of crystal structure by means of X-rays'

Lawrence Bragg è stato, con i suoi 25 anni, il più giovane premiato di sempre. Riuscì a festeggiare il cinquantesimo anniversario del premio, e in occasione di questo evento eccezionale nel 1965 fu invitato dalla Fondazione Nobel a tenere una Conferenza commemorativa

Durante la Prima Guerra mondiale prestò servizio come consulente tecnico al Quartiere Generale dell’esercito britannico in Francia, per questo fu insignito dell’Ordine dell’Impero Britannico nel 1919. Seppe dell’assegnazione del Nobel mentre era in servizio, ma nello stesso periodo il fratello Bob fu ucciso in battaglia.

Il Nobel provocò problemi nella collaborazione tra padre e figlio, infatti l’opinione pubblica tendeva a non riconoscere i contributi del più giovane Lawrence, dando i meriti del lavoro al famoso e più anziano padre.

William tentò di distinguere i suoi contributi, soprattutto sperimentali, e indicare quali invece venivano dalle brillanti idee del figlio, ma dato che tutti i loro lavori erano firmati congiuntamente il giovane Lawrence veniva messo, anche involontariamente, in secondo piano.

Decisero di lavorare separatamente e separarono anche le attività di ricerca, pur nello stesso campo, William si dedicò ai composti organici e Lawrence agli inorganici, soprattutto metalli e silicati.

Nel 1919 fu nominato Professore di Fisica alla Victoria University di Manchester, succedendo a Rutherford e tenne quel posto fino al 1937 quando ottenne la cattedra di Fisica Sperimentale e la direzione del Cavendish Laboratory succedendo ancora a Rutherford!

Sposò nel 1921 Alice Grace Hopkinson dalla quale ebbe due figlie e due figli, Stephen, che studiò matematica al Trinity College come il padre e il nonno e lavorò come scienziato alla Rolls Royce, e David, artista. La figlia più giovane, Patience, sposò il figlio di Sir George Thomson, figlio a sua volta di J. J. Thomson, entrambi Premi Nobel e grandi amici dei Bragg.

Fu nominato Sir nel 1941, ottenne inoltre numerose lauree e dottorati ad honorem, e le prestigiose Hughes Medal (nel 1931) , Royal Medal (nel 1946) e Copley Medal della Royal Society .

Più tardi, nel 1948, passò allo studio della struttura delle proteine sempre per mezzo della diffrazione di raggi X e, come direttore del Cavendish Laboratory, creò un gruppo che doveva dedicarsi a risolvere problemi biologici con metodi fisici: era la nascita della biologia molecolare.

In questo gruppo pionieristico, alloggiato allora in baracche nel cortile dei laboratori, Watson e Crick nel 1953 scoprirono la struttura del DNA (per la quale ebbero il Nobel per la medicina nel 1962) e Max Perutz e John Kendrew scoprirono la struttura dell’emoglobina (per la quale ottennero il Nobel per la chimica lo stesso anno 1962).

Dal 1954 si trasferì come direttore alla Royal Institution, succedendo al padre, dove continuò con un altro gruppo l’analisi ai raggi X della struttura delle molecole proteiche, fino al pensionamento nel 1966.

Fondatore dell’Unione Internazionale di Cristallografia subito dopo la seconda guerra, si può dire che tutti quelli che di dedicano alla cristallografia nel mondo sono discendenti diretti suoi o del padre.

Propose alla Royal Istitution, dato il suo ruolo di istituzione pubblica, l’organizzazione di conferenze e lezioni soprattutto per mostrare esperimenti di ottica elettricità e magnetismo a bambini e scolari, ottenendo una risposta entusiastica, tanto che fino al 1965 ogni anno parteciparono più di 22.000 bambini.

Era un ottimo e chiaro conferenziere e tenne anche una serie di trasmissioni televisive dedicate alla scienza che gli diedero grande popolarità.

Amava la letteratura e i classici, grazie ai suoi studi in Australia leggeva ancora il greco, e praticava per hobby la pittura e soprattutto il giardinaggio, tanto che quando si trasferì a Londra in una casa senza giardino, andava a lavorare in incognito come giardiniere part-time, finché uno dei suoi clienti lo riconobbe! Come ricorda il suo allievo e collaboratore Max Perutz, prima di parlare di qualche nuovo risultato delle sue ricerche mostrava qualche nuova rosa del suo giardino.


Letture consigliate:

Link: http://www.phy.cam.ac.uk/history/years/bragg.php (ricordi di Max Perutz)

http://www.iucr.org/publ/50yearsofxraydiffraction/full-text/w-h-bragg (necrologio)

http://www.iucr.org/publ/50yearsofxraydiffraction/full-text/w-l-bragg (ricordi personali)


In questa settimana nascono:

FISICO DELLA SETTIMANA 2005: Nikola Tesla

Bibliografia:
(pagina a cura di Antonio Gandolfi)
STAMPA
> > > IL FISICO DELLA SETTIMANA - Elenco delle pagine